Chartula circumpictula, di Tommaso Lisa

Chartula circumpictula (florsenversa). Calligramma FLORS_REDUPLICATA_DEFINITIVA * Chartula circumpictula (florsenversa). Testo ed enchiridion. Sotto_Silicea_Scorza * I file sono tratti dall’opera “Sotto Silicea Scorza”, già editi in BAU, contenitore di arte contemporanea (Viareggio, 2007), canzoniere dedicato a Marco Corbelli, alias Atrax Morgue, e Francesco Pirella. Di seguito la riflessione poetica di Tommaso Lisa. Enchiridion Frugando tra i simulacri dell’era digitale, emerge la fisicità del corpo. Il verso … Continua a leggere Chartula circumpictula, di Tommaso Lisa

Immaginazione e poesia, di Gregorio Scalise

L’immaginazione in poesia naturalmente è un tema molto vasto e quindi sarà opportuno limitarlo e limitare anche le epoche. Dall’immaginazione antica a quella della modernità non c’è soluzione di continuità, le differenze sono notevoli e sensibili,forse solo con l’apparizione del moderno le differenze fra decennio e decennio sono minime, nel senso che c’è bisogno di una critica attenta e dotata di microscopio per cogliere passaggi … Continua a leggere Immaginazione e poesia, di Gregorio Scalise

Una jam sessione su immaginazione e metafisica (con Andrea Borsari, Rino Genovese, Paola Cantù, Paolo Costa, Andrea Peri, Italo Testa)

Arte e intensificazione dell’immagine COSTA: Prima di passare al tema dell’arte vorrei tornare ancora un momento sul problema dello schematismo. La capacità di produrre uno schema è difficile da capire, ma in qualche modo riusciamo a figurarcela: un’operazione per cui si riesce a cogliere, da un’esperienza concreta, una sorta di regola che definisce la formazione di un prototipo dell’esperienza concreta che hai avuto. È una … Continua a leggere Una jam sessione su immaginazione e metafisica (con Andrea Borsari, Rino Genovese, Paola Cantù, Paolo Costa, Andrea Peri, Italo Testa)

Otium sull’immaginario nella poesia epica e tragica, di Gianmario Lucini

L’immaginario è costitutivo dell’essere umano perché l’esperienza dell’uomo si prefigura nel tempo, e lo fa con immagini e altre attività mentali consce e inconsce. Prima di compiere qualsiasi atto o formulare un qualsiasi concetto, noi pre-figuriamo, ossia immaginiamo che effetto questo fatto possa produrre. In realtà, usiamo il senso della vista, pur non “vedendo” realmente, e insieme gli altri sensi, in una dimensione non sempre … Continua a leggere Otium sull’immaginario nella poesia epica e tragica, di Gianmario Lucini

Metabolgia

“Quindi sentimmo gente che si nicchia/ne l’altra bolgia”… Dante, Inferno, Canto XVIII. Così comincia un viaggio nelle pieghe della poesia, nel tentativo di snodare, riarticolare con più semplicità, la sua esperienza critica e sociologica… soprattutto, ripartire e riflettere da nozioni di estetica sarà di utilità per innovare la comunicazione della letteratura, riuscirà ad amplificare quella percezione che un ambiente dovrebbe avere di sé? E come … Continua a leggere Metabolgia